RISULTATI ATTESI

Il piano di lavoro del progetto ICEGREEN prevede il raggiungimento dei seguenti risultati:

  • Ingegnerizzare e industrializzare i prototipi esistenti, con lo sviluppo di una pre-serie industriale su cui eseguire test di validazione tecnica e ottenere i certificati di conformità di sicurezza per l’uso di refrigeranti infiammabili;
  • Rimodernare la linea di produzione al fine di soddisfare i requisiti normativi derivanti dall’uso di refrigeranti infiammabili e aprire la strada alla produzione delle nuove macchine Nemox su scala industriale (1500 pezzi/anno entro la fine del 2020);
  • Sviluppare un nuovo modello di business chiamato ICEGREEN CORNER;
  • Organizzare showcase e sessioni di formazione con rivenditori e distributori sia in Europa che nei principali paesi extra-UE per garantire lo sviluppo del mercato;
  • Dimostrare l’efficienza ambientale e la sostenibilità dei nuovi prodotti in una prospettiva LCA/LCC.

L’ambizione di ICEGREEN è di sostituire i refrigeranti HFC attualmente utilizzati (R134a con GWP pari a 1430 unità di CO2) con refrigeranti a GWP quasi-zero come R290 (GWP = 3).

Rispetto all’attuale baseline la riduzione di CO2 prevista è del 99,95%.

Entro il 2023, Nemox prevede di mettere sul mercato 20 000 nuove macchine per gelato caricate con il refrigerante alternativo, per un risparmio complessivo di circa 13 000 tonnellate di CO2.